Cimiteri, a Giugno le operazioni di estumulazione straordinaria

/, servizi cimiteriali/Cimiteri, a Giugno le operazioni di estumulazione straordinaria

Cimiteri, a Giugno le operazioni di estumulazione straordinaria

OPERAZIONI DI ESTUMULAZIONE STRAORDINARIA PER EFFETTO DELLE ORDINANZE N° 116 117 118 119 120 121 DEL 13.032019 – ART. 98 DEL REGOLAMENTO COMUNALE DI POLIZIA MORTUARIA (DELIBERA DI CC N. 264 20.10.98) – ISTRUZIONI PER GLI UTENTI INTERESSATI

 

Per effetto delle ordinanze sopra citate, a partire dal mese di giugno 2019 avranno inizio le operazioni di estumulazione ordinaria dei feretri tumulati nei Reparti IV, V, VI, VII, VIII, IX Guglielmi del Cimitero Monumentale di via Aurelia Nord, il cui elenco si trova in allegato;

le operazioni di estumulazione saranno eseguite dalla società Civitavecchia Servizi Pubblici S.r.l. (CSP) a socio unico il comune di Civitavecchia;

gli spazi interessati dalle operazioni di estumulazione saranno opportunamente delimitati e protetti per impedire l’accesso ad estranei e per garantire la riservatezza delle operazioni; nelle operazioni sarà adottata ogni cautela necessaria ad evitare situazioni di disagio ai parenti dei defunti ed ai visitatori del cimitero, nel rispetto dei defunti e dei rispettivi parenti;

le operazioni di estumulazione saranno condotte a partire dalle ore 8.30 di tutti i giorni, esclusi i festivi, fino alla conclusione delle operazioni;

Il calendario contenente le date delle operazioni su singoli loculi verrà comunicato direttamente ai parenti che abbiano manifestato interesse, affinché, se lo desiderano, possano presenziare; per gli aventi titolo irreperibili la medesima comunicazione verrà resa nota attraverso i siti istituzionali dell’Ente comune di Civitavecchia e della CSP, l’affissione di avvisi presso gli ingressi dei cimiteri cittadini e quelli dei Reparti interessati dalle operazioni e con qualsiasi altro mezzo a disposizione dell’Amministrazione;

Trattandosi di operazioni su manufatti di cui non si conosce lo stato di conservazione il calendario delle attività verrà definito solo dopo l’avvio delle operazioni.

PER COLORO CHE HANNO MANIFESTATO LA VOLONTÀ DI RINNOVARE LA CONCESSIONE DEL LOCULO DIETRO PAGAMENTO DELLA VIGENTE TARIFFA

o In questo caso il feretro presente nel loculo non verrà in nessun modo estumulato

o Per ragioni tecniche organizzative, e per appurare lo stato del manufatto nel suo complesso e per programmare le manutenzioni necessarie al loculario, la pietra di chiusura (c.d. lapide o marmo frontale) verrà smontata e lasciata a disposizione del concessionario per eventuali restauri o trattamenti – il solo smontaggio della pietra sarà a carico di CSP – eventuali operazioni sulla pietra saranno a carico del concessionario, così come il successivo rimontaggio. La società CSP adotterà tutte le cautele nello smontaggio del marmo, ma non si ritiene responsabile di eventuali danneggiamenti derivanti dalla vetustà del manufatto.

o La parete in muratura a chiusura del loculo verrà ripristinata ed intonacata a cura di CSP (senza oneri per il concessionario)

o Il loculo verrà concesso a fronte di un nuovo contratto di concessione cimiteriale alle condizioni contrattuali vigenti e secondo le tariffe in vigore;

o Un possibile riutilizzo del loculo per ospitare un feretro diverso da quello originario, secondo il vigente regolamento di polizia mortuaria comunale, porta alla decadenza delle nuova concessione e alla necessità di stipula di un nuovo ulteriore contratto di concessione

 

PER COLORO CHE NON INTENDONO RINNOVARE LA CONCESSIONE DEL LOCULO MA CHE HANNO MANIFESTATO LA VOLONTÀ DI DESTINARE I RESTI RINVENUTI A DIVERSA ASSEGNAZIONE

A seguito dell’estumulazione si possono rinvenire due tipologie di resti cadaverici:

o resti ossei (ossa) o resti mortali indecomposti (ovvero “esiti conservativi cadaverici”, a seguito della non completa decomposizione delle parti non ossee) – Considerato l’elevato periodo di permanenza del feretro nei loculi è molto probabile che non vengano rinvenuti resti mortali indecomposti Gli aventi titolo nella scelta della destinazione delle ossa rinvenute avranno le seguenti possibilità:

o una nuova collocazione in loculo, loculino o altra sepoltura

o la cremazione dei resti ossei, con relativa scelta della destinazione delle ceneri (richiesta di affidamento dell’urna cineraria o nuova concessione di loculo, loculino o altra sepoltura oppure deposito nell’ossario/cinerario comune);

Gli aventi titolo nella scelta della destinazione dei resti mortali indecomposti rinvenuti avranno le seguenti possibilità:

o Inumazione in campo comune per completare il processo di decomposizione (periodo abbreviato a 5 anni)

o cremazione dei resti mortali indecomposti, con relativa scelta della destinazione delle ceneri (richiesta di affidamento dell’urna cineraria o nuova concessione di loculo, loculino o altra sepoltura oppure deposito nell’ossario/cinerario comune);

Agli aventi titolo già in possesso di una concessione di loculo o altra sepoltura è consentito di disporre l’inserimento dei resti o delle ceneri all’interno del loculo già occupato da altro feretro, purché risulti capienza residua nel sepolcro;

Tutte le operazioni sopra descritte saranno a carico dei richiedenti, secondo le tariffe vigenti. PER COLORO CHE NON INTENDONO RINNOVARE LA CONCESSIONE DEL LOCULO E CHE NON HANNO MANIFESTATO ALCUNA VOLONTÀ SULLA DESTINAZIONE FINALE DEI RESTI RINVENUTI

A seguito dell’estumulazione si possono rinvenire due tipologie di resti cadaverici:

o resti ossei

o resti mortali indecomposti (“esiti conservativi cadaverici”, a seguito della non completa decomposizione delle parti non ossee)

Nel caso di resti ossei si procederà alla raccolta in casettina metallica delle ossa rinvenute;

o i resti ossei verranno collocati in apposite cassettine rispettivamente e custoditi per un periodo di 12 mesi a disposizione dei parenti e aventi titolo; trascorso tale periodo si provvederà a collocare le ossa nell’ossario comune senza alcuna cassettina, quindi senza possibilità di ulteriore identificazione;

Nell’ipotesi di rinvenimento di resti mortali indecomposti, si provvederà alla inumazione in campo per un periodo di 5 anni;

Tutte le operazioni sopra descritte saranno a carico di CSP, salvo che entro i 12 mesi i parenti o eventuali aventi titolo richiedano di destinare ad altra sepoltura / destinazione i resti rinvenuti; in tal caso le spese relative alla raccolta delle ossa e alla fornitura della cassettina metallica, le spese per la inumazione dei resti mortali indecomposti, del successivo servizio di esumazione etc. saranno addebitate ai richiedenti, secondo le tariffe vigenti. Il deposito della cassettina o dell’urna per 12 mesi sarà a cura di CSP senza alcun onere per i richiedenti.

L’Ufficio Cimiteriale è a disposizione per informazioni nei seguenti orari:

da lunedì a venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,00 – tel. 0766.23197 – 0766.390036

2019-03-28T14:49:52+00:00 28/03/2019|Primo Piano, servizi cimiteriali|